Paketkopter: Deutsche Post-DHL segue la scia di Amazon e sperimenta la consegna con i Droni

Deusche Post DHL DroneOk, ora è ufficiale: non solo il “Postino suona sempre due volte” ma è molto probabile che in futuro il drone-postino non suoni affatto…

Dopo Amazon, che con una mossa di grande marketing, ha stupito tutti proprio in corrispondenza del Black Friday con un video studiatissimo in cui un drone consegna a domicilio, dopo UPS che ha fatto un annuncio similare, ecco le Poste Tedesche (in stretta partnership con DHL) ed il loro Paketkopter!

L’annuncio è quello di una sperimentazione di droni in grado di trasportare carichi fino a 3Kg nel raggio di un kilometro e, per ora, pilotati in remoto da umani (!) anche se nel lungo periodo potranno essere totalmente autonomi (UAV): sul sito di DW è presente un video che mostra un esempio, anche se con molto meno glamour rispetto ad Amazon.

Il peso e l’importanza di Deutsche Post-DHL, il principale gruppo al mondo nel settore, fanno capire che si è passati da una trovata (neanche troppo) pubblicitaria, alla soglia di una nuova era.
I problemi tecnici da risolvere sono parecchi ma non sono nulla in confronto ai problemi di normative che attualmente regolano il sorvolo di aree abitate da parte di qualsiasi oggetto volante (decisamente identificato): in Germania, così come in tutto il mondo esistono precisi regolamenti, vincoli e permessi da chiedere prima di far volare un oggetto con quattro pale rotanti in giro per le città.

E’ abbastanza curioso che le stesse norme siano state serenamente disattese da alcuni tedeschi, per la verità davvero bravi, che hanno effettuato recentemente delle riprese aeree con droni di vario tipo proprio in Italia, a Venezia

[Fonti: DW e Marketwatch]

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Herdy Sheperd: pastore ‘social’ con un gregge di 17mila follower su Twitter

Herdy Shepherd (@herdyshepherd1), un pastore del Lake District, nella parte nord-occidentale dell’Inghilterra, è un utente anomalo di Twitter (e della tecnologia in generale).

Come pastore (e inglese) ha una certa ritrosia verso la tecnologia, i social, i prodotti Apple ed il resto del Pianeta.

herdy sheperd twitter

Tuttavia, proprio il suo racconto quotidiano della vita con il suo gregge, i tempi tipici della pastorizia ed altri elementi condivisi su Twitter con il resto dell’umanità (parecchio in corsa e poco incline a seguire i tempi delle stagioni), ha portato Herdy Sheperd al grande pubblico, anche grazie ad un articolo sul conservatore The Atlantic (per nulla britannico, anzi di Washington).

Attualmente, con 17mila follower, può vantare un ‘gregge virtuale’ di tutto rispetto!

Molto rural, decisamente cool.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)